Fatti uno “snack consapevole”!

Mangiare consapevolmente non significa resistere alle tentazioni oppure imporsi una dieta restrittiva. Significa, invece, apprezzare ciò che mangiamo e godere di più del nostro cibo.

In questo articolo qualche suggerimento per uno spuntino consapevole.

A tutti è capitato qualche volta di mangiare mindlessly, con il pilota automatico inserito, pranzando con i colleghi, divorando in fretta un panino, guardando la TV o finendo tutto il cibo nel piatto solo perché è lì.

Qualche altra volta potremmo aver mangiato per stress, usando il cibo per trovare un po’ di conforto, senza però assaporarlo pienamente  già dopo i primi bocconi.

La consapevolezza è un modo efficace per portare equilibrio in ogni aspetto della nostra relazione con il cibo.

Coltivare la saggezza interiore, ti permette di diventare consapevole di come il tuo corpo e la tua mente stanno reagendo.  Esiste anche una saggezza esteriore, che rimanda alla capacità di fare un uso più sensato e consapevole delle informazioni nutrizionali riportate sugli alimenti per soddisfare i tuoi bisogni, ma anche le tue preferenze.

Usa questo approccio durante i tuoi spuntini, fallo regolarmente, sia, per esempio, nel tardo pomeriggio quando sei stanco ed affamato e magari hai avuto una giornata pesante, sia quando stai pensando di ricorrere al cibo per gestire una situazione emotiva disturbante.

Potrai, poi, utilizzare lo stesso modo di approcciarti al cibo tutte le volte che avrai voglia di mangiare.

Una pratica in 4 passi per uno spuntino consapevole

1. Fermati un attimo e porta la tua consapevolezza al respiro

Rallenta, fai due o tre respiri più profondi. Puoi chiudere gli occhi se vuoi. Porta la tua consapevolezza su ciò che ti sta portando a voler mangiare. Sei fisicamente affamato? Quanto affamato? Come fai a saperlo? O sei solo stressato o annoiato? O forse sei appena tornato a casa e hai visto una scatola di cracker lasciata sul tavolo? Potrebbero esserci diversi trigger dietro alla tua voglia. Notali, semplicemente. Se hai fame fisiologica, concediti il permesso di fare uno spuntino.

 

2. Scegli il tuo snack in modo consapevole

Metti a fuoco cosa “ti sta chiamando”. Cosa sarebbe soddisfacente per te in questo momento? Cosa ti piacerebbe? Cosa ti potrebbe aiutare a rilassarti e trovare conforto? Cosa sarebbe sensato mangiare per arrivare, poi, fino alla cena? Vuoi qualcosa di dolce, qualcosa di croccante, qualcosa di saporito? I cracker ti stanno ancora chiamando? O vuoi davvero del gelato? Osserva tutto questo, perché così sarai più soddisfatto e meno propenso a mangiare di più rispetto alle volte in cui afferri la prima cosa di fronte a te.

 

4. Coltiva la saggezza interiore

Assapora il cibo, mangialo lentamente e senza fare altro. Presta attenzione e goditelo, cogli i segnali piacevoli che la tua bocca e le tue papille gustative ti stanno mandando. Sarai sorpreso di quanto potrai essere soddisfatto da una piccola quantità di cibo, sia perché stai prestando piena attenzione a ciò che fai, sia perché ti stai dando il permesso di goderti questa piccola quantità di cibo.

 

4. Sii flessibile e curioso

Porta questo modo di mangiare anche ad altri pasti. Scopri in che modo la qualità delle tue esperienze con il cibo cambia quando porti nel mangiare piena consapevolezza, accettazione e apertura.