Come evitare che il tuo telefonino danneggi le tue relazioni

Quasi tutti ormai possediamo uno smartphone. Si tratta di un piccolo oggetto che sta però portando a cambiamenti significativi nel modo in cui interagiamo con il mondo.

Articoli dai titoli sensazionalistici dicono che “gli smartphone hanno distrutto una generazione” e “i social media stanno facendo a pezzi la società “.

Ma cosa dice la ricerca?

In effetti, nei giovani che usano dispositivi elettronici c’è una maggiore incidenza di depressione. E gli smartphone sembrano essere particolarmente problematici per le relazioni, portando a interazioni sociali di bassa qualità e meno empatiche .

Quindi, come possiamo fare per impedire che questo piccolo dispositivo danneggi la nostra connessione con gli altri?

Ci sono molti modi in cui puoi utilizzare il tuo smartphone e solo alcuni di essi sono dannosi: ecco tre strategie, supportate dalla ricerca, che possono aiutare a proteggere le tue relazioni in una varietà di situazioni sociali.

1. Non sostituire le interazioni faccia a faccia con le interazioni elettroniche
Poiché abbiamo solo una quantità limitata di tempo ogni giorno, l’uso degli smartphone può portarci a trascorrere meno tempo con gli altri, il che, a lungo termine, può avere un impatto drastico e negativo sulle nostre vite.
Un’ampia ricerca dimostra, infatti, che la costruzione di solide relazioni sociali è una delle migliori cose che possiamo fare per la nostra salute mentale e fisica (e questo vale ovviamente anche per i nostri figli!).

Impegnarsi in interazioni sociali faccia a faccia tende a migliorare il nostro umore e ridurre la depressione. La comodità dello smartphone ha reso più facile il superamento di interazioni sociali significative e alcune persone possono utilizzare i dispositivi elettronici per evitare di interagire con gli altri. Sfogliare le pagine Facebook dei nostri amici a volte è più semplice che chiedere loro come stanno.

Per coltivare il benessere emotivo e fisico scegliamo più spessole interazioni faccia a faccia piuttosto che quelle dietro ad uno schermo!

2. Non usare il telefono quando sei con altre persone
E’ fondamentale essere consapevoli di come usiamo i nostri telefoni quando siamo con agli altri. Quando si è in gruppo e qualcuno inizia ad usare il telefonino, l’interazione sociale tende ad essere di bassa qualità. Come probabilmente hai già sperimentato, ciò può interrompere la connessione tra le persone, bloccare una conversazione e farti sentire non ascoltato.
Sebbene la maggior parte della gente creda che non sia corretto usare gli smartphone quando si è in compagnia, paradossalmente, continua a farlo.

Ed inoltre si tende a percepire l’uso che personalmente si fa dei telefonini in gruppo come di minima entità e non dannoso per noi e le relazioni, mentre si considera l’uso che ne fanno gli altri sgradevole e problematico (adottiamo un doppio standard, che tende a minimizzare le nostre responsabilità).

È stato visto, anche, che quando usiamo lo smartphone durante le interazioni sociali, la soddisfazione che triamo dall’esperienza in atto è minore: uno studio ha suggerito che le persone che usano lo smartphone mentre cenano con gli amici sperimentano meno interesse, divertimento e più noia rispetto a chi non lo fa.

Quando sei tentato di tirare fuori il tuo telefono in una situazione sociale, prova a ricordare come ci si sente quando qualcun altro lo fa!

 

5. Se ti connetti online, sii attivo
Ci piace pensare, o ci è stato detto, che i social media come Facebook o Twitter possono aiutarci a connetterci con gli altri. Ma non sempre è così. Uno studio recente ha dimostrato che il nostro stato d’animo e le nostre sensazioni di connessione sociale non migliorano se comunichiamo in line, rispetto a quando non socializziamo affatto. Infatti, più una persona interagisce principalmente con gli altri online, peggiore è l’ umore e più bassi sono i i sentimenti di connessione sociale.
Ma questo può dipendere dall’uso che facciamo di questi mezzi. La natura umana ha bisogno di connessione: quindi, invece di navigare passivamente e in solitudine online o sui social media, può essere utile optare, invece, per fare qualcosa che implica la partecipazione attiva degli altri. Ad esempio, uno studio ha scoperto che gli studenti delle scuole superiori che chiacchierano più spesso online o usano il computer con gli amici tendono ad avere amicizie di qualità superiore.

Non necessariamente la vita virtuale può incidere in modo negativo sul nostro benessere, se usiamo la tecnologia in modo consapevole, può diventar un supporto per costruire relazioni più forti.

TCHIKI DAVIS, How to Keep Your Smartphone from Hurting Your Relationships, Greater Good Magazine